Il sole rende tutto più magnifico, ti da gioia ed energia!
Il cielo azzurro si contrasta splendidamente con il paesaggio, invernale (o estivo che sia)…
Io amo il sole, amo vivere di giorno e svegliarmi presto la mattina.

Bando alle ciancie, tramite Facebook ho conosciuto Liesje, una Signora super simpaticissima che ha energia da vendere, e non lo dico per elogiarla, è così e basta!
Insieme ai suoi due pelosi, Zira e Joshi, decidiamo di raggiungere la Cima di Medeglia a 16 zampe (più noi umani).

Iniziamo il nostro tour da Canedo, situato a sinistra di Medeglia (non potete sbagliare, arrivati a Medeglia un cartello con indicato “CANEDO” sulla sinistra vi indica la via, arrivate poi fino in fondo alla strada dove ci saranno dei comodissimi posteggi ad aspettarvi).
Non sapevo bene a cosa stavo andando incontro, allora iniziamo a chiaccherare ma… male… mi vien subito il fiatone 🙂

Preparatevi perchè da Canedo alla Cima sono circa 400m di dislivello!

Piccola parentesi: quando vi incamminerete per il paese di Canedo, poi dentro il bosco, il sentiero non è ben segnalato. Pensate che dovrete entrare nel bosco dietro il paese di Canedo, magari quest’indicazione vi può aiutare a trovare la via!

Dopo 30 minuti dalla partenza, arriviamo a Troggiano, gruppetto di vecchie stalle e caschine, fermatevi per una pausa, sono veramente carine e fotogeniche:

Ripartiamo verso la Cima… ci vorranno ancora 30-35 minuti.
Poco a poco da boscaglia diventerà tutto più aperto ed il paesaggio sbucherà all’orizzonte.

Oggi sono fortunata, Liesje è con me a farmi da guida. Non conoscendo il sentiero, mi sarei persa più volte… Non è sempre ben marcato e quando lo è, ve ne accorgete troppo tardi perchè coperto erbacceo scolorito dal tempo.
Quando sono da sola, mi concentro molto di più, guardo la carta topografica più volte, mi oriento e cerco le vie da percorrere.

Quando invece sono in compagnia, DISTASTRO, non capisco più nulla e blatero!

img_9713

Quando scorgerete il pascolo, vorrà dire che siete quasi in cima.
Continuate in direzione NW cioè, alla vostra sinistra e sarete arrivati.
In sé potete camminare sui pascoli ma attenzione, ho il vago presentimento che sia paludoso dei periodi più caldi…..
(anzi ve lo confermo, sto modificando il post in quanto ci sono ritornata il 24.05.18 ed era paludoso a tratti, ma d’altrone dopo un mese di pioggia cosa possiamo aspettarci?)

Stupenda passeggiata, soprattutto quando Dario (fondatore di Ticino Dog Trekking) ci ha raggiunto sulla cima (lui è partito da Robasacco) portandoci un fantastico Sprizz fatto in casa e tanta simpatia!

Per tornare indietro siamo passate dai Monti di Medeglia, per poi seguire la strada asfaltata che riporta a Canedo.
Per non perdervi vi do un consiglio: quando sarete al crocione, vedrete la segnaletica gialla dei sentieri poco più sotto di voi.
LEGGETELA e seguite inizialmente per Riazzino, in pratica percorrerete una strada battuta che vi porterà ad un certo punto alla strada asfaltata (non segnalata purtroppo) che attraversa i Monti di Medeglia (marcata in bianco sulla carta qui sotto). Molto più semplice ed il rischio di perdervi è minimo!

img_6097

Buona passeggiata a 6 zampe (o più)

ITINERARIO DA SEGUIRE:
– Canedo – Troggiano
– Troggiano – Cima di Medeglia
– Cima di Medeglia – Monti di Medeglia
– Monti di Medeglia – Canedo

Posteggio:
Canedo
(non ho un indirizzo preciso, ma arrivati in fondo alla strada, Canedo appunto, ci sono dei posteggi a disposizione)

Mezzi pubblici:
Autopostale 454
Rivera-Bironico, Posta/FFS – Isone. Piazzale
(attenzione, questa posta non si ferma a Canedo, dovrete iniziare la vostra gita da Medeglia Drossa)

Durata: circa 02h30 (senza pause)
Dislivello: ca. 400m
Lunghezza: ca. 8km
Tipologia: Passeggiata adatta a tutti, facilissa e bellissima.
Consigliato però portarsi sia per i cani che per le persone qualche intruglio contro le zecche in più, ne abbiamo viste tantissime!
Acqua per i 4zampe: Sulla via c’è solo una fontata sopra Troggiano, qualche ruscelletto e forse sulla cima la palude offre acqua ma…. portatevela con voi perchè non si è mai troppo prudenti

Fotografie di Marzo 2018