Clicca qui per aprire SvizzeraMobile
Click here to open the app SchweizMobile
Tipologia
Type of hike
La nostra passeggiata era lineare, ma dopo vi spiegherò bene, perchè potete farla anche circolare.

Our hike was linear, but I’ll explain you later how you can do a circle instead coming back from the same path.
Lunghezza
Lenght
7.15km circa/more or less
Dislivello in salita
Difference uphill
1040m circa/more or less
Tempistiche (senza pause)
Timing (without breaks)
04h30 circa/more or less
Mezzi di trasporto
Public trasportation
Da Locarno Stazione, Autopostale 321 verso Sonogno e scendere a Frasco Chiesa.

From Locarno Railway Station, take the Bus nr. 321 direction Sonogno but get off at Frasco Chiesa.
Parcheggio
Parking
Clicca qui per aprire Google Maps
Click here to open Google Maps


Parcheggi a pagamento a fianco la
Chiesta di San Bernardo
Efra 26
6636 Frasco

In tutta Frasco i posteggi sono a pagamento.
Bambini
Children
Certo, sono 1000 metri di dislivello e la passeggiata è abbastanza monotona, ma sono sicura che una notte in Capanna con vostri figli sarebbe bellissimo 🙂

I know it’s 1000m difference walking uphill, but a night in a Cabin would be an advneture for your kids.
Acqua
Water
Una fontana a Frasco, una fontana a metà strada circa e l’altra arrivati in Rifugio.
Per i cani invece ci sono due soste in più, quando si attraversano i ruscelli.

You might find a fountain in Frasco, another one half way, and last one at the Rifugio Costa.
For dogs there are two more stops when you cross the streams.
Ulteriori information
More information
Per prenotazioni Rifugio Costa chiamare/To book the Cabin Costa, we should call:
Fabrizio Ferrari
Tel: +41 79 423 66 40

Autopostale / BUS Valle Verzasca
Tips&TricksPer i proprietari di cani:
Se guardate nella cartina, ci sono due ruscelli da attraversare. Dopo 40 minuti circa, se avete cani che amano l’acqua prendeteli al guinzaglio. Il ruscello è piccolo ma presenta alcune pozze allettanti per cani “acquerecci”… l’ultimo pozzetto però verso valle è pericoloso, molto. Questo a detta di chi la fa spesso questa strada, non ho cani amanti dell’acqua 🙂
Inoltre, da li in avanti, potreste incontrare capre per i boschi.

For those who have dogs:
If you take a look at the map, you will see two steams to cross before you reach the Cabin Costa. After 40 minutes walking, at the first steam, leash you dog if it love water. In fact that point can be dangerous for them, there are some small puddles and one of them is exposed.
Personally I didn’t see anything cause my dogs are not water lovers, but some people that hike there aften told me.

Il Rifugio Costa, lo conosco da anni e purtroppo solo ora mi son ritrovata a visitarlo. Da una parte me ne pento un pochino, dall’altra no perchè l’ho vissuto con una bellissima compagnia ed è stato stupendo.

Con questo gruppo di amici abbiamo deciso che due volte all’anno avremmo fatto un’uscita di due giorni, una invernale ed una estiva.
Il Rifugio è custodito da mia cugina e suo marito così, abbiamo optato per farci una bella scarpinata da Frasco e scoprire l’Alpe della Costa in Valle Verzasca.

Appena arrivate a Frasco con la macchina, non potrete sbagliare.
A fianco la Chiesa ci sono dei posteggi e davanti ai posteggi una scalinata in legno con le indicazioni per raggiungere il Rifugio Costa.

Per i primi 50 minuti la passeggiata è abbastanza monotona, all’interno del fitto bosco, accompagnati ogni tanto da qualche capretta gialla disegnata sui sassi, ad indicare Co de Prèda, dove appunto ci sono queste bellissime caprette.

Giusto per info, il sentiero non molla un secondo, sempre e tutto in salita 🙂
Ma diciamo che, a parte la prima parte boschiva, dopo si apre in cascine, pinete, prati e aria fresca.
Già perchè quando arriverete qui, sarete già a metà strada e in men che non si dica sarete arrivati quasi in cima.

Qui siamo arrivati a Co der Prèda, che ci saluta con questi massi stellari, enormi, una frana quasi perfetta.
E poi guardi bene, e vedi delle costruzioni in mezzo alla gana.
Da un lato penso che chi ha costruito queste stalle in pietra è pazzo, quanto lavoro e impegno ci vuole per pensare e metter mano a questi sassi, e realizzare qualcosa di così perfetto?
Dall’altro ne sono affascinata, si mimetizzano perfettamente al paesaggio che gli sta intorno.
FAVOLOSO!

Questa fotografia è stata scattata mentre stavamo scendendo il giorno seguente, ma sappiate che in salita, sarà l’ultimo sforzo che farete, sarete quasi arrivati alla vostra meta.
La pineta che vedete sotto è un sentiero profumatissimo e ombreggiato.
Mi raccomando, a fine estate/inizio autunno guardatevi bene in giro, potreste trovare qualche bella sorpresina.

Comunque, arrivati a questo prato, dovrete fare l’ultimo sforzo perchè

SARETE ARRIVATI NELLA VALLE DELLA COSTA.

Il Rifugio esternamente è bellissimo, piccolo, un tavolo in sasso all’esterno.
Alla vostra sinistra vedrete un’altra piccola costruzione sempre in sasso, vi stupirete perchè è attrezzata di doccia calda e toilette, un sogno.
Sulla destra invece uno sgabuzzino chiuso e la legnaia.
L’igloo canina che vedete in fotografia è sì per i nostri cagnolini, ma fortunatamente il Rifugio è DogFriendly e si può farli dormire al piano terreno, e se il vostro cane dorme solitamente con voi, al pian terreno ci sono anche due letti a castello.
C’EST MAGNIFIQUE!

All’interno potete trovare tutto l’occorrente per cucinare, qualche spezia, sale e zucchero. Caffè e altre cosine.
Munitevi però di cibo perchè in capanna non è presente.
Troverete solo vino (bianco e rosso) buonissimo e birra, qualche soft drink e acqua della fontana.

Dire che mi sono trovata bene è poco.

Arrivati su, c’era mia cugina, suo marito e alcuni escursionisti di passaggio che ci aspettavano. Insomma, prima ancora di appoggiare gli zaini, ci aspettava un ricco aperitivo di benvenuto!

Qualche fotografia di rito e poi siamo passati alle cose serie, LA CENA.

Fortunatamente il mio compagno Simone, quando si tratta di cibo, fa le cose PERFETTAMENTE. Abbiamo portato in spalla tutte queste costine, puntine, cervelat,… spaccandoci la schiena e inconsapevoli della bontà.
Finita la cena, tra una risata e l’altra, siamo usciti ad ammirare il cielo.

Questa era la stellata che abbiamo ammirato, sdraiati sull’erba e cercando di capire dove fossero le costellazioni!

Per il giorno dopo, l’idea era quella si andare al Lago Efra, sarebbe stato un T4, Argo e Naira avrebbero potuto farla, infatti è consigliata a cani agili.
Purtroppo però avevamo troppo cibo rimasto dalla sera prima e minacciava brutto quindi, siamo andati in perlustrazione del sentiero.

Per chi volesse vedere la mappa del giro a cerchio tra Frasco, Costa, Efra e Frasco, clicchi qui.

Io mi sono fermata a metà, questa meraviglia non voleva andarsene e i cani stavano letterlamente impazzendo.
Guinzaglio e roccia non è mai una cosa buona!

Comunque, sappiate che potete andare alla Capanna Cognora e Lago d’Efra da quel sentiero, che parte proprio dietro il Rifugio Costa.

Tra l’altro, il guardiano del Rifugio ha tracciato una via alternativa per la Capanna Cognora, la prossima volta andremo in esplorazione anche di quella!

Il weekend è stato bellissimo, il quadro che circonda il Rifugio è a dir poco stupendo.

Ci torneremo presto e non vediamo l’ora.

Buone esplorazioni a tutti